Motori Di Ricerca Seo Funzionamento

Motori Di Ricerca | Guida Seo Parte 01 – Funzionamento

COSA SAPERE SUL SEO

Questo è il primo di una serie di quattro articoli che insieme formano un vero e proprio manuale guida completa sul SEO. Infatti il post è lunghissimo ( Oltre 7.000 parole ) e ricchissimo di immagini e grafici esplicativi.

Ti consiglio ti prenderti un po’ di tempo a disposizione per concentrarti e iniziare la lettura.

Se ti fa piacere, puoi anche scaricare questo post sotto forma di Report PDF. Troverai il modulo di DOWNLOAD a breve.

Iniziamo…

Sono 30 milioni gli italiani che navigano abitualmente su internet. Si tratta di un dato piuttosto interessante per comprendere il potenziale che i motori di ricerca ti offrono.
L’ 88% degli internauti italiani utilizza quotidianamente i motori di ricerca per trovare informazioni e ricercare prodotti e servizi di ogni genere. Intercettare le esigenze di questi utenti ti offre un’opportunità unica per suscitare interesse e curiosità verso il tuo sito web, e di conseguenza concludere una vendita o acquisire un nuovo cliente.

Ben il 95% degli utenti online clicca in media sui risultati organici, mentre solo il 5% sceglie gli annunci sponsorizzati. Nel nostro percorso insieme, scoprirai come ottimizzare il tuo business online sia estremamente semplice da ottimizzare e come la strategia SEO non richieda “una vita” per raggiungere i risultati sperati.

Se hai già tentato di migliorare il tuo ranking su Google senza troppo successo, sappi che ci sono passato anche io. Ho letto libri su libri, guide su guide per ritrovarmi alla fine più confuso di prima. Notavo con delusione che ogni guida conteneva una mera lista di cose da fare ma senza un ordine preciso, e soprattutto senza un sistema vincente.

Fino a quando ho avuto l’opportunità di osservare da vicino come i web marketer di successo lavorano per ottimizzare i propri siti web. Memore delle delusioni passate, ho cominciato ad analizzare la loro strategia, partecipato a seminari, individuato i punti di forza in comune e sviluppato una strategia killer per ottimizzare con successo qualunque business online. Una strategia che ho testato sul mercato con un incredibile ritorno di investimento.

In poco tempo i business seguiti da me sono passati da un profitto di 1000 Euro al mese ad un profitto di 10.000 Euro solo da traffico “gratuito”. Tutto questo con la sola implementazione del sistema SEO.

Non mi soffermerò troppo su cifre e dati statistici, non essendo questo l’intento del mio lavoro. Se non hai alcuna familiarità con l’ottimizzazione dei motori di ricerca, niente paura.

Questa guida ti offrirà una chiara e solida panoramica su che cosa si intende quando si parla di SEO, quali sono i vantaggi e quali so le strategie chiave da implementare per ottenere risultati duraturi.

Alla fine del documento, troverai un capitolo intitolato Vocabolario SEO, con una definizione di tutti i termini tecnici utilizzati nell’ambito delle strategie di ottimizzazione nei motori di ricerca. Non esitare a consultare la sezione ogni qualvolta ti sorga qualche dubbio in merito a termini o espressioni che troverai nel corso del nostro percorso insieme.

L’acronimo SEO sta per search engine optimization, appunto, ottimizzazione nei motori di ricerca. Ottimizzare il proprio sito web significa assicurarsi che venga indicizzato dai motore di ricerca e che compaia tra i risultati, in una posizione il più possibile favorevole e rilevante all’utenza.

Vantaggio principale che i motori di ricerca ti offrono è quello di raggiungere un’audience estremamente definita con un messaggio specifico.

In parole semplici, investire nel SEO fornisce un eccezionale ritorno di investimento a lungo termine.

click to zoom

La strategia SEO è raccomandabile a tutte le aziende e i singoli in possesso di un business online di qualunque dimensione, che desiderano sfruttare al massimo delle possibilità il nutrito bacino d’utenza generato dai motori di ricerca, consapevoli che il posizionamento organico può offrire risultati che seppur non immediati, nel medio lungo periodo ripagheranno abbondantemente ogni investimento di tempo e denaro.

Assumere una società che svolga il lavoro per te è infatti oltre che dispendioso, piuttosto rischioso. Non solo le strategie di SEO sono estremamente sensibili alla tipologia di business (non esistono dunque strategie universali valide per tutti, che un’azienda assunta a questo scopo possa meccanicamente adottare per voi, quanto piuttosto linee guida che vanno adattate di volta in volta).

ATTENZIONE

Un attimo di pausa per dirti che di seguito trovi il pulsante per il DOWNLOAD dell’intero articolo sotto forma di Report PDF così da poterlo leggere comodamente anche offline. Ti chiedo solamente di iscriverti al blog lasciando il tuo nome con email nell’apposito modulo qui sotto, così potrai ricevere direttamente informazioni utili sull’uscita dei prossimi post o altro materiale didattico e informativo.

(DISPONIBILE A BREVE)

Il SEO richiede inoltre, per essere di successo successo, un aggiornamento e monitoraggio continui, che come per ogni altra strategia di web marketing, soltanto chi conosce ottimamente il business dall’interno, può efficacemente effettuare. Chiariamo subito una cosa. Questa guida ti farà risparmiare un sacco di tempo e denaro. Resta il fatto tuttavia che lo sviluppo di una buona strategia SEO richiede sempre un tempo proporzionato ai risultati che intendi raggiungere!

Non aspettarti di ottenere un picco di 30.000 euro in profitti solo grazie alla SEO dal giorno alla notte. Detto questo, voglio cominciare il nostro percorso insieme, ponendoti una semplice domanda.

Stai leggendo questa guida per riuscire presto ad apparire sulla prima pagina di Google?

In qualità di esperto di traffico online, so per esperienza cosa si prova a vedere il proprio sito web viaggiare in prima classe sui motori di ricerca. Tuttavia, comparire tra i primi risultati nella prima pagina di google, non porterà ad alcun vantaggio se l’audience cui ti rivolgi è poco o per nulla interessata a ciò che offri.

E’ fondamentale pertanto non pensare al SEO come ad una semplice tecnica il cui unico scopo è quello di migliorare il proprio ranking, quanto invece come strategia comprensiva per attirare traffico di qualità gratuitamente.

N.B: Assumere un consulente SEO è estremamente utile per definire un piano di SEO, per comprendere quali sono gli errori che si stanno commettendo e assicurarsi di essere sulla strada giusta. Assumere una società che si occupi interamente della tua strategia di SEO invece è il miglior presupposto al il fallimento. Ricorda: un minimo errore può spazzare via i risultati e gli sforzi realizzati in mesi, a volte anni di lavoro.

COME FUNZIONANO I MOTORI DI RICERCA

Come emerge chiaramente dal grafico di cui sopra, la maggior parte del traffico online arriva dai 3 maggiori motori di ricerca:

Google, MSN,Yahoo

I numeri sono indicativi e variano da nazione a nazione, quello che conta è la differenza fra i principali attori nell’ambito dei motori di ricerca. Questo infatti è un trend globale.

Cosa che abbiamo già detto è che se il tuo sito non viene individuato da questi motori di ricerca, e indicizzato nei loro base dati, perdi per sempre la possibilità di raggiungere internauti interessati ad acquistare esattamente ciò che offrite nel vostro sito web.

I motori di ricerca agiscono attraverso una serie di operazioni algoritmiche per fornire risultati rilevanti ogni qualvolta vengano utilizzati dagli utenti per trovare informazioni.

Eccole spiegate qui di seguito.

1. Percorrono il web (crawling)

I motori di ricerca gestiscono programmi automatici chiamati crawlers (detti anche robot o spiders), i quali utilizzano la struttura di hiperlink del web per analizzare e raccogliere le pagine e i documenti che costituiscono il world wide web.

2. Indicizzano documenti

Una volta che una pagina è stata analizzata (crawled), il suo contenuto viene indicizzato, ossia conservato in un enorme database di documenti che forma il così detto indice dei motori di ricerca.

3.Processano le queries

Quando una richiesta (query) di informazione viene sottomessa al motore di ricerca (all’incirca centinaia di migliaia di volte in un giorno), il motore di ricerca individua nell’indice il documento che meglio corrisponde alla query.

La corrispondenza deve avvenire tra la parola o frase chiave nella specifica inserita dall’utente per la sua ricerca e il testo del documento. Ad esempio, una ricerca per:

style and fashion magazine

su Google riporterà 288,000,000 risultati.

click to zoom

Tuttavia la ricerca della stessa frase tra virgolette

“style and fashion magazine”

riporterà solo 168,000 risultati.

click to zoom

Mentre nel primo caso Google riporta tutte le pagine che contengono i termini style, fashion e magazine, nel secondo caso soltanto i documenti che contengono esattamente la frase style and fashion magazine.

In questa guida, il motore di ricerca cui farò riferimento maggiormente è Google. Due le ragioni:

  1. La maggior parte delle strategie applicabili su Google, valgono per qualunque altro motore di ricerca
  2. Oltre il 50% delle ricerche online sono effettuate su Google, da cui la sua fama di principale e migliore risorsa di traffico online.

Altri “operatori di ricerca” (11 sono i principali per Google) possono cambiare la tipologia di risultati che un motore di ricerca considererà come corrispondenti alla query.

4. Definiscono il Ranking dei risultati

Una volta che il motore di ricerca ha determinato quale risultato corrisponde meglio alla query, chiede all’algoritmo di definire attraverso una seri di calcoli quali, tra i risultati ottenuti, è più rilevante alla query data. Il ranking viene fornito sulla pagina dei risultati dal più al meno rilevante. L’utente avrà ora a disposizione un ampio bacino di risultati tra cui scegliere. I fattori che gli algoritmi tengono i considerazione per definire quali risultati sono più o meno rilevanti alla query, sono proprio quelli che andiamo a definire nella prossima lezione.

FATTORI SEO ON-PAGE E OFF-PAGE

L’espressione ottimizzazione nei motori di ricerca descrive uninsieme di attività e tecniche finalizzate primariamente adaumentare il traffico mirato al tuo sito web attraverso i motori di ricerca (ricerca organica). Per chiarezza distribuirò questo insieme di attività in 2 grandi gruppi:

  •  gruppo di fattori on page (ossia che avvengono all’interno del sito web vero e proprio)
  •  gruppo di fattori off page (che si verificano cioè sempre online ma all’esterno del sito web).

Il grafico sotto è una versione semplificata della SEOchecklist che ho creato per te. Assicurati di scaricare la tabella e tenerla sempre a portata di mano nel corso del processo di ottimizzazione del tuo sito web.

click to zoom

ATTENZIONE

Arrivati a questo punto che ne diresti di mettermi un LIKE per sostenere questo mio BLOG. Te ne sarei molto grato.

FATTORI SEO ON-PAGE

Struttura del sito web

Uno dei componenti base per una strategia SEO di successo parte dalle basi. Quando parlo di basi, mi riferisco alla struttura del sito web che intendi ottimizzare e parlo in particolare del livello di usabilità e accessibilità di un sito web.

Accessibilità e Usabilità di un sito

Costituiscono gli elementi critici per definire la prima impressione di un visitatore. Ricordate infatti che la prima impressione è quella che conta davvero, e si forma in meno di 7 secondi.

Proprio così! 7 secondi è l’intervallo di tempo che hai a disposizione per colpire l’attenzione di un visitatore, convincerlo a trattenersi e molto probabilmente convertirlo in un tuo cliente. Ecco dunque di seguito un’analisi dei fattori critici di cui è assolutamente indispensabile tenere conto quando parliamo di struttura di un sito web “SEO friendly”.

Accessibilità

Per poter risultare funzionale, un sito web deve essere in grado di rendere accessibile il proprio contenuto sempre e comunque. La maggior parte dei problemi legati all’accessibilità, rientrano nelle categorie qui sotto elencate ed analizzate. Occuparsi di questi fattori accuratamente salvaguarderà i tuoi visitatori da ogni tipo di difficoltà che potrebbero incontrare nel visitare il tuo sito, evitandoti la spiacevole sensazione di star perdendo prezioso traffico mirato, che non potendo accedere o navigare facilmente il vostro sito, opterà inevitabilmente per la concorrenza.

Link cliccabili

Se un link HTML è corrotto, gli utenti non riusciranno ad accedere il contenuto della pagina. Da non dimenticare inoltre, i motori di ricerca possono penalizzare il vostro sito in termini di ranking, qualora individuino la presenza di uno o più link corrotti. Non da dimenticare il fatto che una pagina inaccessibile per link errato, non riceverà molta attenzione dagli utenti.

HTML e CSS validi

I codici HTML e CSS devono corrispondere alle line guida validate da W3C guidelines (link). Trattandosi di un aspetto esclusivamente tecnico, non mi dilungherò troppo e ti consiglio di consultare il tuo webmaster per qualunque dubbio in proposito.

Funzionalità delle applicazioni

Assicuratevi che i contenuti delle pagine che desiderate vengano indicizzate dai motori di ricerca, siano direttamente accessibili tramite un hyperlink. In altre parole, se submission forms, javascripts o altre applicazioni simili bloccano l’accesso diretto alla pagina, i motori di ricerca potrebbero non riuscire ad individuarla.

Dimensioni della pagina

Perché ogni pagina del tuo sito web venga interamente indicizzata, è necessario che la dimensione di ciascuna non superi i 150 K.

Velocità del server

La performance del server è fondamentale per trattenere visitatori e migliorare il tuo SEO ranking. Investire in un buon hosting è decisamente importante. L’hosting su cui è allocato questo sito e tutti i miei siti è Siteground, decisamente il migliore.

Web Hosting

Usabilità

Rispondere a questo criterio consiste semplicemente nel rendere un sito web facilmente navigabile per gli internauti. Ecco di seguito, i fattori che ne fanno parte.

Design

La grafica e il design di un sito web rivestono un ruolo fondamentale nel determinare la facilità con cui è possibile navigare il sito. Standard come link in blu e sottolineati, barra dei menu in alto e a lato della pagina, loghi posizionati in alto a sinistra, non sono regole obbligatorie, ma caldamente consigliate essendo elementi che aiutano a facilitare la navigazione del sito da parte degli utenti.

Ciò che mi preme ricordiate è che un design di qualità spesso è più sinonimo di un’interfaccia semplice piuttosto che di una interfaccia piena di colori, immagini, tecnologia flash e quant’altro, senza contare che quest’ultima non viene tenuta in minima considerazione dai motori di ricerca, ed eventualmente rischia di aumentare il tempo di caricamento della pagina, riducendo la qualità di navigazione anche per gli utenti.

Struttura dell’informazione

L’informazione disponibile in un sito deve essere gerarchicamente chiara e intuitivamente distribuita. Una mappa del sito (site map) è sempre fortemente consigliata, non soltanto per facilitare la navigazione degli utenti (rendendo chiaro e semplice localizzare le informazioni da essi cercate) ma per aiutare l’indicizzazione del contenuto del tuo sito web da parte dei motori di ricerca.

Se utilizzi un’interfaccia di WordPress, installare una site map è semplicissimo e non richiede essere degli esperti webmaster.

PAROLE CHIAVE

Definiamo Keywords, le parole chiave singole o composte (di 2/max 5 parole) che ci aspettiamo gli utenti digitino nel box del motore di ricerca al momento della query per qualche informazione o servizio. E questo è un fattore da non sottovalutare: le keyword non rappresentano il nome del tuo servizio o prodotto, quanto invece il nome o frase che ci aspettiamo vengano digitati quando qualcuno si trova alla ricerca di quel prodotto e servizio.

Posizione Sul Post
ATTENZIONE

Ti trovi ad un terzo dell’articolo. Se trovi che il contenuto sia interessante e vuoi proseguire la lettura, ti invito a condividere questo post tramite il modulo che vedi qui sotto  in modo da sbloccare il resto del post, ma anche fornendo un valido supporto al Blog. GRAZIE

 

TO BE CONTINUED…

Eccoci arrivati alla fine di questa prima parte della mia guida completa sull’ottimizzazione sui motori di ricerca. Seguiranno altri 3 articoli per completare questo vero e proprio manuale SEO. Se desideri essere informato dei prossimi post che usciranno, ti invito a iscriverti alle NEWSLETTERS con il modulo qui sotto.

Spero che questo articolo ti sia stato di aiuto per iniziare a comprendere questo vasto argomento quale è il SEO. A tal proposito ti invito a condividerlo sui tuoi social network utilizzando i tasti qui sotto, e magari a scrivere un commento a riguardo. Così facendo mi saresti di grande aiuto sostenendo il Blog.